Abbiamo appena finito di scrivere sul discorso del Sindaco del 25 aprile ed ecco … compaiono scritti anonimi. (altro…)

Oggi un 25 aprile “anomalo” causa “coronavirus”. (altro…)

Domani, 25 aprile, è il 75° anniversario della liberazione del nostro paese dalla dittatura fascista e dall’occupazione nazista. (altro…)

 

Come tutti gli anni questa mattina ci sono state le cerimonie per celebrare l’anniversario della liberazione.

(altro…)

Se vi ricordate, abbiamo scritto in un paio di post (==> 5 giugno ==> 21 luglio) e nel nostro “Volantino di luglio 2017” della raccolta di firme a sostegno di una proposta di legge di iniziativa popolare che ha come obiettivo di cambiare le politiche sull’immigrazione superando l’attuale legge “Bossi-Fini” e l’abolizione del reato di clandestinità.

(altro…)

A partire dallo scorso anno, il 3 ottobre è dedicato alle vittime dell’immigrazione; infatti il 16 marzo 2016 il Senato ha approvato in via definitiva la legge che istituisce la Giornata Nazionale in  memoria delle vittime dell’immigrazione da celebrarsi il 3 ottobre. (altro…)

Adesso si può firmare la proposta di legge di iniziativa popolare “Nuove norme per la promozione del regolare soggiorno e dell’inclusione sociale e lavorativa di cittadini non comunitari” (iniziativa annunciata nella “Gazzetta Ufficiale” n. 88 del 14.04.2017). (altro…)

Quest’anno dal 27 maggio e fino a 23 giugno è il mese del digiuno (ramadan) per i musulmani. Il loro digiuno è assoluto: niente cibo e bevande (nemmeno acqua) dall’alba al tramonto (analogo, anche se meno “severo”, è il precetto del digiuno per i cattolici nel periodo quaresimale). (altro…)

Grande manifestazione sabato a Milano: “INSIEME SENZA MURI“. (altro…)

Il 27 gennaio è stata la data scelta dall’assemblea generale dell’ONU per la “Giornata della memoria” (in quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz). Che significato ha questa giornata? Non solo mantenere e tramandare il ricordo dell’orribile tragedia che è stata la “Shoah”, ma porre le condizioni perché eventi del genere non si ripetano mai più. (altro…)