Ieri abbiamo scritto del nuovo DPCM e dell’Ordinaza della Regione, entrambi in vigore da domani.

Ora alcune informazioni che riteniamo utili per capire come comportarsi e cosa fare.

Intanto qui trovate due link cui dove si possono consultare le risposte alle domande più frequenti (FAQ) e le disposizioni integrative specifiche per la notra regione:

  • ====> Sito del Governo (qui trovate anche i chiarimenti sulla possibilità di visita ai “congiunti”)

Cosa succede nel nostro comune?

SPESA. Decade l’obbligo di rimanere nel Comune di residenza. La spesa può essere fatta da un solo componente per nucleo familiare (eccezioni per la necessità di recare con sé minori, disabili o anziani) adottando le prescrizioni di sicurezza (distanziamento, mascherina, disinfettante, guanti).

ATTIVITÀ MOTORIA. È consentito svolgere attività motoria o passeggiate all’aperto senza più il vincolo di rimanere entro il raggio di 200 metri dalla propria abitazione. L’attività può essere svolta solo individualmente, oppure con un accompagnatore nel caso di minori o persone non completamente autosufficienti, rispettando sempre la distanza di sicurezza dalle altre persone.

PARCHI GIOCO. Parchi pubblici e parchi gioco rimarranno chiusi.

MERCATO SETTIMANALE. Aperto al solito giorno e al solito orario, ma solo per la vendita di generi alimentari. Ingressi limitati all’area (massimo 20 persone), solo un componente per nucleo familiare (eccezioni per la necessità di recare con sé minori, disabili o anziani). I flussi di persone saranno controllati da polizia locale e protezione civile.

CENTRO DI RACCOLTA. Riapre con gli orari ordinari (come da calendario). Conferimento non più limitato al solo verde. Accesso controllato e limitato per evitare assembramenti.

CIMITERI. I cimiteri saranno aperti. Vietati gli assembramenti.

Autocertificazione

Rimane l’obbligo di autocertificare i motivi per cui ci si sposta dalla proria abitazione. Non dovrebbe però cambiare il modello da utilizzare (ad oggi, infatti non è stato pubblicato sul sito del Ministero dell’Interno un nuovo modulo), in quanto la “visita ai congiunti” rientra nei casi di necessità.

Mascherine

Segnaliamo il provvedimento che stabilisce che le mascherine devono avere un prezzo di vendita al dettaglio non superiore a euro 0,50 + IVA (quindi euro 0,61 cadauna) ===> VEDI.

Scrivi un Commento