Vi riportiamo qualche notizia di quanto successo nel Consiglio comunale di martedì scorso.

Chi volesse saperne di più lo può vedere. Infatti sul sito web del Comune c’è questo avviso: “CHIUQUE INTERESSATO POTRA’ RICHIEDERE LA REGISTRAZIONE DELLA SEDUTA ALL’UFFICIO SEGRETERIA DEL COMUNE CHE PROVVEDERA’ ALL’INVIO TRAMITE “WE TRANSFER“.

[ndr. l’indirizzo mail per fare la richiesta è il seguente:

segreteria@comune.sottoilmontegiovannixxiii.bg.it]

Addizionale comunale IRPEF

Rimane com’è: aliquota del 0,7%, con esenzione per i redditi inferiori a 10.000 euro. La minoranza ha votato contro perché si tratta di una aliquota “piatta” e non progressiva. La progressività (e una fascia esente più ampia) l’avevamo proposta anche noi, già nel 2013, ma ..

A onor del vero la precedente amministrazione Dadda aveva proposto e approvato nel 2015 un’aliquota progressiva per l’addizionale comunale all’IRPEF che, pur mantenendo l’esenzione a 10.000 euro, prevedeva:

  • fino a  15.000,00 euro – aliquota 0,65%
  • oltre 15.000,00 e fino a 55.000 euro – aliquota 0,70%
  • oltre 55.000 euro – aliquota 0,80%

Peccato che quel Consiglio comunale si tenne il 31 luglio 2015, mentre il termine per approvare le aliquote IRPEF era il 30 luglio. Così (parafrasando un noto detto) per “un giorno Martin perse la cappa” e la cosa non potè avere seguito. Poi negli anni successivi il governo impose il blocco degli aumenti della tassazione locale … così siamo arrivati ad oggi ancora con l’aliquota unica stabililta nel 2014.

Per curiosità potete andare a rileggere quello che scrivemmo allora ==> QUI il link

Il Sindaco ha detto che ci potranno pensare … vedremo l’anno prossimo …

Piano alienazioni e valorizzazioni immobiliari

Verifica quantità e qualità di aree e fabbricati da destinare alla residenza, alle attività produttive e terziarie

Due punti, questi, che non rivelano sorprese: vuoti.

Non ci sono nemmeno le due piccole aree di via alle Brughiere, da tempo invendute, che di solito compaiono.

Per queste si potrà vedere in seguito, ha detto il Sindaco.

Aggiornamento del Documento Unico di Programmazione (DUP)

Anche qui nulla di nuovo: è lo stesso dell’anno scorso, depurato delle cose già fatte.

Programma triennale Opere Pubbliche

Qui la novità più importante, infatti il programma si discosta da quello approvato dalla Giunta nell’ottobre dello scorso anno.

===> QUI a confronto i due programmi.

Eliminato (ndr. BENE) l’intervento relativo alla ex IAT (ma non se ne è parlato) il nuovo programma riguarda sempre le due scuole, anche se sono cambiati gli interventi.

Motivo: a febbraio il dirigente scolastico ha chiesto di avere il collaudo statico della scuola secondaria; non essendo possibile averlo nella sua interezza l’amministrazione ha dato l’incarico di redigere un certificato di idoneità statica.

Risultato: la suola secondaria, ai carichi verticali, presenta problemi relativi alle fondazioni; pertanto, il rilascio del certificato di idoneità statica è stato subordinato ad un intervento da realizzare in tempi brevi: il consolidamento delle attuali fondazioni, con realizzazione di micropali in corrispondenza delle fondazioni e collegamenti con micro-cordoli attorno alle fondazioni esistenti.

Pertanto le necessità di adeguamento sismico prevalgono sulla volontà di sopralzo della nuova scuola primaria (ricordate i tre studi di fattibilità presentati nell’assemblea del 19 febbraio scorso?); il sopralzo, con le risorse a disposizione, non si potrà fare per un po’ di anni.

Ecco quindi il nuovo programma:

  • anno 2020: adeguamento fondazioni scuola secondaria per la parte delle aule – costo stimato 250.000 euro
  • anno 2021: adeguamento sismico scuola secondaria relativamente alle strutture fuori terra (pilasrtri, murature, solai, ecc.) – costo stimato 500.000 euro
  • anno 2021: ristrutturazione (adeguamento sismico e restyling) della porzione degli anni ’80 della scuola primaria (quella non interessata dall’intervento fatto) + realizzazione porticato – costo stimato 350.000 euro
  • anno 2022: adeguamento sismico palestra scuola secondaria – costo stimato 350.000 euro

E da dove si prendono i soldi? Per quello che ci pare di avere capito:

  • 2020 – adeguamento fondazioni scuola secondaria da avanzo del bilancio 2020
  • 2021 – adeguamento strutture fuori terra scuola secondaria subordinato a reperimento fondi da bandi (l’amministrazione ha partecipato ad un bando nel quale siamo in graduatoria, ma in posizione che per ora ci esclude dal finanziamento; il bando si riproporrà nel quarto trimestre di quest’anno e a questo punto dovremmo rientrarci, anche perché abbiamo ricevuto il finanziamento per la fase di progettazione degli adeguamenti sismici).
  • 2021 – adeguamento e restyling scuola primaria nella parte preponderante (circa 330.000 euro) utilizzando i fondi residui del GSE e per il resto con avanzo di bilancio.
  • 2022- adeguamento palestra scuola secondaria, subordinato al reperimento fondi.

Per ora ci fermiamo qui. Alla prossima “puntata” la parte del Consiglio comunale relativa al bilancio di previsione e alla comunicazione del sindaco sull’emergenza “coronavirus” (quest’ultimo punto ha impegnato, come tempo, circa la metà di tutta la seduta).

Scrivi un Commento