All’assemblea sono presenti tra le 30 e le 40 persone: una delegazione di insegnanti, tecnici del settore, alcuni abitanti e pochi consiglieri comunali (nessuno della minoranza?).

Il sindaco si attribuisce l’impegno di progettare il nostro paese per i prossimi 10 anni, partendo dalla scuola elementare, dove la recentissima costruzione ha lasciato un terrazzo nella parte ovest (predisposto per la costruzione del primo piano), che l’amministrazione intende sovracostruire, realizzando alcune nuove aule, allo scopo di ospitare gli studenti che ora stanno nelle aule vicino all’edificio della scuola secondaria, quelle realizzate negli anni ottanta.

“progetto” n. 1 – arch. Alfredo Roncalli

I professionisti che hanno realizzato i tre “studi di fattibilità” – gratuitamente – sono i tre componenti della commissione paesaggistica: arc. Alfredo Roncalli, che presenta il progetto n. 1, arch. Gianluca Gelmini, che presenta il progetto n. 2 e arch. Alberto Soci, che presenta il progetto n. 3.

“progetto” n. 2 – arch. Gianluca Gelmini

Sono studi a livello di schizzi e rendering: tutti e tre non si limitano al sopralzo dell’edificio.

“progetto” n. 3 – arch. Alberto Soci

Soprattutto il secondo e il terzo, guardano più avanti, ridisegnando l’area non costruita del complesso che parte dalla sala civica e arriva a via Birolini.

Una prima impressione: il primo è il più contenuto, il secondo è molto equilibrato e elegante, mentre il terzo sembra un po’ troppo radicale.

Sindaco e vice-sindaco hanno sostenuto che, una volta fatta la scelta, l’intervento sarà cantierabile per tra la fine del corrente anno e l’inizio del prossimo, a partire dalle aule; le opere di contorno probabilmente slitteranno in un secondo tempo.

Non si è parlato di costi (ma ovviamente saranno abbastanza elevati): l’Amministrazione afferma di avere reperito i fondi (ma senza specificare come).

Un’informazione in più: in occasione dell’opera, sarà modificato il tratto di fognatura sito sotto quest’area che ha causato tanti problemi di esondazione. L’opera sarà realizzata dal nuovo gestore del servizio idrico, cioè Uniacque.

MA NON FINISCE QUI.

All’interno del disegno del futuro di quest’area del paese, è stato annunciato che il 28 Febbraio si terrà un’analoga assemblea, nella quale si illustreranno i progetti per l’ampliamento/ristrutturazione della scuola secondaria.

Ne scriveremo in un prossimo post. 

Per ora diciamo solo che l’assemblea si svolgerà … “coronavirus” permettendo … (anzi, molto probabilmente sarà rimandata, vista l’ordinanza regionale di queste ore)

Scrivi un Commento