Due erano le interrogazioni della minoranza che sono state oggetto di “lettura” nell’ultimo Consiglio comunale.

ACCESSO IN SICUREZZA ALLA SCUOLA SECONDARIA

Ecco i link ai documenti:

In sostanza, l’interrogazione della minoranza ha voluto evidenziare la situazione di pericolo che, con la riapertura al traffico veicolare delle vie Manzoni e Don Birolini, si verifica presso la scuola secondaria negli orari di

entrata e uscita degli studenti

La risposta dell’Amministrazione, che sostanzialmente ritiene non sussistano le situazioni di pericolo evidenziate ma ci siano soprattutto comportamenti scorretti da parte di alcuni automobilisti genitori, non ha certo soddisfatto la minoranza. 

Ci permettiamo di inserirci in questo dibattito con alcune osservazioni.

Con riferimento all’interrogazione

Innanzi tutto ci pare fuori luogo il tono (un po’ “rancoroso” e un po’ “provocatorio” usato dalla minoranza (per capirci, leggete le prime righe dell’interrogazione).

Poi è abbastanza evidente che la chiusura al traffico veicolare era stata fatta soprattutto per la scuola primaria. Perché diciamo così?

a) la chiusura è stata realizzata solo dopo che l’entrata e uscita della primaria era stata riportata nella via Manzoni (più stretta dopo il lavori di riqualificazione della scuola).

b) la chiusura al traffico veicolare non era prevista intono alle ore 13.00, quando ad uscire (se pure a giorni alterni) erano e sono solo gli studenti della secondaria.

Con riferimento alla risposta dell’Amministrazione

Risolvere la questione con la presenza di “vigili” (tra l’altro ormai “cronicamente” ridotti ai mini termini) e con la pretesa che vengano emanate “sanzioni amministrative pecuniarie” (o come le chiamano la maggior parte delle persone “multe”) ci sembra riduttivo.

Di fronte ad un  possibile rischio è sempre meglio adottare misure oggettive; la precauzione non è mai troppa quando si tratta di sicurezza.

Forse e ce lo auguriamo, c’è ancora spazio per ragionare. 

BORSE DI STUDIO

Anche su questo argomento ecco i link ai documenti:

Le posizioni le vedete bene leggendo i documenti. Ci troviamo di fronte a due visioni che hanno delle diversità. 

Del resto, le varie amministrazioni che si sono succedute hanno spesso modificato i criteri: quasi una modifica all’anno.

Certo, un coinvolgimento del “gruppo di lavoro” e quindi delle minoranze sarebbe stato ed è auspicabile e se non c’erano i tempi (il gruppo si è insediato il 10 settembre e la Delibera di giunta è di un mese dopo) si poteva soprassedere per quest’anno. 

Ci auguriamo che quanto scritto sempre dall’assesore si verifichi; cioè che l’importo della minore erogazione verrà effettivamente impiegato per progetti di “alto interesse” per le due scuole (primaria e secondaria)

Anche qui permettetici un pensiero.

Non si potrebbero trovare criteri condivisi che valgano per un po’ di anni anziché modificarli di volta in volta e comunque evitare di cambiarli in corsa, quando l’anno scolastico è già finito? 

Scrivi un Commento