Ripotiamo, per ora, una breve sintesi dei punti discussi nel Consiglio comunale di lunedì scorso, 25 novembre.

Seguiranno approfondimenti su alcuni punti, per capire meglio come si sta muovendo l’Amministrazione.

Associazioni: “I Balores”

L’associazione che si presenta è il gruppo di teatro dialettale cittadino “I Balores” (parola bergamasca che sta per “I maggiolini”). Chi ne parla è Crotti Giambattista, la loro “star”. Spiega quanto sia difficile far ridere, il loro gruppo è nato, parecchi anni fa, in oratorio a Sotto il Monte. Ora sono circa una ventina di persone, comprendendo tutti. A parte piccoli rimborsi spesa, prestano gratis la loro attività, donando all’oratorio gran parte degli incassi. Ogni due anni allestiscono un nuovo spettacolo. Ha poi ricordato la recita fatta al teatro domenica pomeriggio, in occasione delle iniziative per la giornata contro le violenza sulle donne. 

Variazioni bilancio

Ratifica variazione di bilancio della giunta (Delibera del 26.9.2019).

L’assessore Ghisleni presenta i passaggi significativi della variazione; ecco i più rilevanti:

Maggiori entrate

  • euro 35.117 pagati da Fondermetal per la nota causa sulla fognatura, vinta dal comune;
  • euro 5.000 da oneri di urbanizzazione;
  • euro 1.000 dai contributi degli utenti del trasporto scolastico.

Maggiori uscite

  • euro 10.000 per notevoli aumenti di utenze varie
  •  euro 7.000 per la biblioteca

Voto contrario della minoranza.

Variazione bilancio 2019/2021

Dopo gli ultimi aggiornamenti alle spese varie, i fondi liberi si riducono ancora; adesso siamo a euro 99.214. 

Sotto il Monte assume un nuovo agente per il Consorzio polizia del Canto, che vedrà il proprio organico diventare di 3 (!), uno per ogni comune. Carvico sta cercando di sostituire il proprio dipendente prossimo alla pensione. 

Si prevede una spesa di euro 58.000 per la sostituzione dei serramenti lato sud delle scuole medie, da realizzare durante le vacanze di Natale. Gli altri saranno sostituiti in seguito, con il recupero dell’erogazione del GSE.

Secondo il capogruppo di minoranza Bozzato, l’amministrazione sta spendendo circa euro 100.000 (ndr cifra da verificare, non è un po’ troppo alta?) solo per far fare i progetti a vari professionisti per opere che poi non  si avrà la possibilità finanziaria di realizzare (municipio, scuole secondarie, edificio IAT). Il sindaco rivendica invece una visione in prospettiva: se arrivassero dei bandi, bisogna non farsi cogliere impreparati.

Uno scontro concettuale, di metodo e di imposrtazione.

Minoranza contraria

Segretario comunale

Sorpresa!! Sembrava che avessimo dato il “benservito” all’attuale segretario comunale, invece …

La convenzione per il segretario comunale, con i comuni di Carvico e Villa d’Adda era cessata.

Ed ecco la nuova convenzione, ancora col Comune di Carvico, ma anche con Baranzate (oltre 10.000 abitanti, che era alla ricerca di un segretario comunale): e la nuova convenzione prevede che il segretario comunale sia ancora il dr. Paradiso.

Recesso dalla CIB dal prossimo 1 gennaio 2020

Motivazione dell’Amministrazione: negli ultimi anni dalla CIB sono usciti 10 comuni su 21; se contiamo gli abitanti, ora la maggioranza dei cittadini dell’Isola non è più parte della CIB. Ormai è un ente che non rappresenta più l’Isola e che non ha più progettualità.

Obiezione della minoranza: non è vero che la CIB non ha fatto nulla, vedi ad esempio il monitoraggio dell’aria. In realtà escono i comuni che fanno riferimento alla Lega, invece non deve essere una questione politica: è meglio restare per cercare di migliorarla dall’interno.

Sindaco: concordo che non dev’essere una questione politica, ma si sono creati dei muri. I comuni fuoriusciti non rientreranno più nella CIB, per cui si deve creare qualcosa di nuovo. Penso (ndr e qui la novità) a una nuova struttura, che sarà sempre un’assemblea dei sindaci e  sarà allargata anche ai comuni della Val S. Martino, come già avviene, ad esempio, con l’Azienda Isola.

Minoranza: ci sembra incoerente la vostra posizione, si poteva lavorare e ricreare la CIB con la Val S. Martino.

Il sindaco: non faccio il politico, la nostra scelta non è politica ma basata dalla mancanza di progetti.

Minoranza  contraria.

Adesione a Promoisola come soci

Minoranza: perché aderire come soci, quando si può lavorare lo stesso con Promoisola, come abbiamo già fatto? Quali sono i vincoli che ci legherebbero? Quali sono gli altri comuni soci?

Sindaco: Promoisola ha lavorato bene sul territorio, non so il numero dei soci, è un’associazione privata.

Minoranza: Promoisola non ha sempre lavorato bene, noi sul suo bilancio ci siamo astenuti, a causa della impostazione troppo verticistica.

Minoranza contraria

Videosorveglianza.

Si trattava di approvare un regolamento tecnico scritto a più mani, legato alla normativa sulla privacy.

Minoranza astenuta

Convenzione con la Parrocchia per le due scuole dell’infanzia

Si tratta di una convenzione (della durata di un anno e quindi solo per quest’anno scolastico) unica per le due scuole dell’infanzia, che tratta tutti allo stesso modo; Il Comune eroga euro 45 mensili per scolaro (max 450 euro annue per iscritto).

Questa volta parere favorevole anche della minoranza.

Interrogazioni della minoranza

Due le interrogazioni:

Criteri per la concessione delle borse di studio

Sicurezza davanti alla scuola secondaria negli orari di entrata e uscita degli studenti.

Ne parleremo a parte in un prossimo post.

Un primo commento “a caldo”

Un Consiglio comunale migliore dei precedenti. Una minoranza più tonica, mentre la maggioranza è sembrata zoppicare un po’.

L’Assessore al bilancio “soffre” la presenza dell’ex Assessore al bilancio ed è stato modesto; meno male che ha toccato solo i punti principali: sembra arrivato oggi nel nostro paese e non sapere nulla del passato (almeno a noi che il passato lo conosciamo). L’assessore Biffi decisamente senza argomenti (quando uno conclude dicendo: è stata una nostra scelta, senza spiegare il perchè, vuol dire che non ci ha pensato). Meglio il vicesindaco; lo abbiamo visto meno isterico e “spocchioso” di altre occasioni (almeno così è parso a noi). Il sindaco, con questo suo affannarsi a ripetere che loro non fanno scelte politiche, dimostra invece che le scelte sono proprio politiche, peraltro non fatte da lui, sembra di capire.

In sostanza appare (almeno ai nostri occhi) un’Amministrazione a due facce: “di sinistra” in paese e “di destra” fuori.

Che sia questo il nuovo modo di accontentare chi ti sostiene?

Scrivi un Commento