Giovedì scorso (26 settembre) si è svolto il terzo Consiglio comunale dell’Amministrazione Denni.

Come ormai abituale si è iniziato con la presentazione di un’associazione. Questa volta è toccato alla “Pro Loco”: poche parole di due giovani sull’evento “October Fest” che si terrà la prossima settimana.

Variazione di bilancio

Come? una nuova variazione di bilancio? Ma non ne era stata approvata una nello scorso Consiglio comunale (quello del 27 luglio)?.

Cosa è successo? Che appena terminato quel Consiglio comunale la Giunta si è riunita e ha deliberato una nuova variazione di bilancio.

Ecco i motivi e le modalità riportati nella Delibera di Giunta.

Opportunità di provvedere a diversi investimenti per un totale di € 70.000,00.

Possibilità di recuperare parte di avanzo destinato agli investimenti, applicato con la precedente deliberazione della G.C. n. 68 del 03.07.2019, per economie in fase di affidamento degli incarichi, come segue:

  • Interventi sulla scuola primaria – incarichi professionali – economia – di € 3.000,00
  • Interventi sulla scuola secondaria – incarichi professionali – economia di € 8.920,00

Quali i nuovi “investimenti”?

  • Manutenzione straordinaria aiuole del territorio € 10.000,00
  • Rifacimento bagni insegnanti scuola secondaria € 16.000,00
  • Integrazione risorse per la sostituzione dei serramenti scuola secondaria € 8.000,00
  • Manutenzione straordinaria strade € 10.000,00
  • Predisposizione Piano di Protezione Civile – spesa una tantum 6.000,00
  • Progetto di fattibilità sistemazione centro sportivo – spesa una tantum € 10.000,00
  • Rilievi e progettazione preliminare viabilità – spesa una tantum € 10.000,00

In sostanza si è operato ancora sull’avanzo di bilancio.

Non si sono potuti toccate i fondi accantonati (che non possono essere utilizzati per altri scopi) e quelli vincolati (una parte per abbattimento barriere architettoniche e una parte legata alla fidejussione Italcementi destinata a miglioramenti ambientali) e quindi si è intervenuti sul “fondo per gli investimenti” e sui “fondi liberi”, che a seguito delle due variazioni di bilancio sono passati rispettivamente da € 69.087,05 a € 7,05 e da € 211.864,41 a € 143,784,41.

Quindi ancora niente per via Bedesco. Ricordate? la precedente Amministrazione aveva “pensato” di utilizzare parte dei “fondi liberi” per la messa in sicurezza di questa via. Intanto però questi si sono ridotti di un terzo … “Chi vivrà vedrà” …

Questa volta l’argomento è stato illustrato con grafici (anche se non facilmente leggibili).

La minoranza ha sollevato qualche questione, soprattutto sui tempi e sull’urgenza, ma niente di che.

Piano triennale Opere Pubbliche

Novità per il Piano triennale Opere Pubbliche.

Ecco cosa c’è:

  • Adeguamento sismico e messa in sirurezza scuola secondaria di primo grado ==> € 1.100.000 per il 2019
  • Ristrutturazione e ampliamento scuola primaria (anche ai fini dell’adeguamento sismico e della messa in sicurezza) ==> € 500.000,00 per il 2020
  • Riqualificazione e ampliamento edificio ex IAT e aree limitrofe ==> € 500.000,00 per il 2020.

Per la scuola primaria si intende fare fronte alla spesa con la parte rimante del fondo elargito dal GSE (Gestore Servizi Elettrici) per l’efficientamento energetico realizzato con il nuovo edificio della scuola primaria + risorse finanziarie proprie. Per il resto, si tratta di previsione di costi, non di cifre a carico del Comune, in quanto sono preventivati finanziamenti regionali: saranno (forse) realizzate solo se arriveranno i finanziamenti.

L’attenzione della minoranza si è concentrata soprattutto sull’intervento relativo all’edificio ex IAT: il Comune ha partecipato ad un bando che prevede il finanziamento regionale per l’80%; a carico del Comune ci sarebbero comunque € 100.000,00. E’ una spesa sostenibile a fronte di altre necessità ben più importanti ed urgenti? Poi non era una priorità del programma elettorale.

Risposta dell’Amministrazione (nella sostanza): c’era un bando che sembrava “fatto apposta” per noi.

Vedremo se e come si evolverà la cosa; l’attuale edificio “abbandonato” non è certo un bel vedere, ma l’ipotesi prospettata, con l’innalzamento di un piano, non ci convince. Sarebbe bello sapere cosa ne pensano i cittadini.

Per ora ci fermiamo qui. Ai prossimi post gli altri argomenti trattati:

  • Il Segretario comunale che se ne va (a fine novembre, ma per ora non c’è il sostituto).
  • Il Piano del Diritto allo Studio (sulla falsariga dei precedenti).
  • L’interrogazione del gruppo di minoranza sulla composizione della “Commissione paesaggio” (Minoranza: avevamo chiesto di essere coinvolti e avevate assentito – Amministrazione: non potevamo assentire, trattandosi di una scelta tecnica e non politica)

Scrivi un Commento