Un Consiglio comunale, quello di lunedì 29 luglio, che, a differenza del precedente, si è svolto in modo tranquillo, senza punte polemiche.

Come prima cosa le ragazze e i ragazzi del progetto “E…state nel verde”, che hanno presentato il lavoro fatto:

  • ritinteggiatura di alcuni parchi giochi
  • raccolta rifiuti nei parchetti
  • asportazione “erbacce” da alcuni marciapiedi e sistemazione piccole aiole
  • taglio erba sul Canto
  • smistamento rifiuti nella piazzola ecologica

Poi l’approvazione dei verbali della seduta precedente. Qui l’ex assessore all’urbanistica (Paolo Bolognini) ha voluto “mettere i puntini sulle i” circa lo stato della variante al PGT, avviata dalla precedente amministrazione e ancora in fieri (ndr. cosa farà l’attuale?), per rispondere in modo puntuale, coi numeri, all’osservazione del vice-sindaco sul consumo di suolo (riguardate quanto abbiamo scritto nel post del 22 giugno): ==> la dichiarazione la trovate QUI.

Dei punti relativi al bilancio ne scriveremo in un prossimo post. Per ora ricordiamo quanto scritto nel post del 18 luglio sulla delibera di Giunta relativa alla variazione di bilancio, con in più che i soldi per il trasporto scolastico sono stati stanziati, quindi ci sarà anche per il prossimo anno scolastico.

Tre le convenzioni trattate.

Intanto il rinnovo di un anno (fino al 31/12/2020) della “Convenzione integrativa alle convenzioni dei sistemi bibliotecari bergamaschi per la gestione dei servizi di catalogazione/accodamento, fornitura documentaria, interprestito, software e servizi accessori”. Non varia, rispetto al triennio precedente, quanto deve erogare ciascun comune (per noi, se non ci sbagliamo, sono poco meno di 2000 euro).

Poi la nuova “sistemazione” del “travagliato” PLIS del Monte Canto e del Bedesco: col Parco dei Colli di Bergamo. Stavolta funzionerà? Staremo a vedere. Intanto i comuni che aderiscono sono rimasti in 6: Ambivere, Carvico, Mapello, Solza, Sotto il Monte Giovanni XXIII, Terno d’Isola.

La convenzione prevede di affidare al Parco dei Colli di Bergamo l’esercizio di tutte le attività operative, gestionali, amministrative del PLIS:

  • Approvazione del piano pluriennale degli interventi necessari alla tutela, riqualificazione e valorizzazione del PLIS;
  • Promozione della fruizione del PLIS nel rispetto della proprietà privata e delle attività antropiche esistenti;
  • Attività di natura gestionale ed operativa;
  • Ricerca, monitoraggio e proposta ai Comuni di bandi o altre forme di finanziamento e successiva preparazione dei progetti utili alla partecipazione agli stessi;
  • La promozione del PLIS ed il coordinamento di attività con altri soggetti operanti sul territorio tra cui istituti scolastici e associazioni.

Infine la Convenzione per il Centro dell’impiego: ha bisogno di una sede più adeguata e più grande per fare fronte anche agli impegni derivanti dalle nuove norme di legge (cd. reddito di cittadinanza navigator”).

La nuova sede sarà ancora a Ponte San Pietro (è l’ex sede dell’Ufficio delle imposte).

I comuni pagano “solo” l’affitto della sede; il costo del personale è a carico della Provincia. Ovviamente l’affitto della nuova sede sarà più caro (circa 32.000 euro l’anno, contro gli attuali 20.000). Abbiamo capito che per il primo anno la differenza la mette la Provincia, poi saranno i comuni a pagarlo interamente, con i medesimi criteri attuali di suddivisione (cioè in base al numero di abitanti).

La minoranza ha “timidamente” chiesto se tale centro serve veramente il nostro Comune e se non fosse più equo suddividere il costo tra i Comuni in base al numero di cittadini che effettivamente lo utilizzano, invece che in base al numero di residenti. Domande un po’ “oziose”, in quanto non è opzionale partecipare o meno a tale servizio e non conta quanti sono i cittadini di un determinato comune a usufruirne (era così anche la convenzione precedente, risalente alla fine dello scorso anno, quando l’attuale minoranza era maggioranza)

Ultimo punto all’OdG l’interrogazione della minoranza e relativa risposta. Il testo dell’interrogazione l’abbiamo pubblicato nel post del 12 giugno, ===> QUI la risposta, se volete leggerla. Solo la lettura dei due atti, senza ulteriori commenti!

Una Risposta a “Il Consiglio comunale del 29 luglio”

  1. OLYlRWxpcnsq scrive:

Scrivi un Commento