a Arcoiris del 15 marzo 2010. Sito www.dongiorgio.it

“Caro Berlusconi, lo Stato non sei tu: pensi solo alle tue tv e al potere personale”

di Umberto Bossi

“Il tuo governo non è il governo dei cambiamenti, ma un governo di conflitti con la magistratura e i sindacati; un governo del controllo dell’informazione. Con quali diritti pretendi di interpretare la Costituzione? Dopo di te non c’è il diluvio”.

Parole di Bossi, quando fece cadere il governo Berlusconi. Perchè 16 anni dopo ha cambiato idea?

Tratto dal discorso alla Camera di Umberto Bossi 21 dicembre 1994
….”La Lega decise di aderire al Governo Berlusconi, superando le legittime resistenze di suoi elettori e della totalità dei suoi militanti verso l’inquinante contiguità con la frangia fascista missina considerando prioritariamente l’esigenza di garantire la governabilità del paese. La nostra fu una scelta che non era conseguente ad alcun accordo elettorale precedente. La Lega aveva sempre ribadito a Berlusconi che mai e poi mai avrebbe potuto governare con il trasformismo fascista, che mai e poi mai avrebbe stretto accordi elettorali con alleanza nazionale, onorevole Presidente, il partito neoassistenzialista e “democratico” (lo metto tra virgolette, considerando la vischiosità delle origini e l’oscurità del progredire di tale partito, direi del trasmutare di questi ultimi anni).”
(Ndr: L’intero intervento del senatore Bossi , del quale fa parte questo stralcio, è stato rimosso dal sito web della Lega)

di Roberto Cotroneo, da l’Unità” del 29/07/2009

Ieri scrivevo che la Lega è antistorica. L’altro ieri ho sottolineato l’assurdità e l’inopportunità delle parole di Bossi contro il nostro intervento in Afghanistan. Oggi la Lega torna a far notizia. In Commissione istruzione chiede che gli insegnanti del nord, per essere abilitati, debbano dimostrare di conoscere storia e tradizioni e dialetti della regione in cui dovranno insegnare. Persino nel Pdl sono contrari: al punto di chiedere il dibattito in aula proprio su questa proposta.
Insomma, la Lega se ne è inventata un’altra. E non va considerata come l’ennesima pagliacciata leghista. È molto peggio. Solo un’ignoranza abissale può portare a una proposta di questo genere. Un’ignoranza che conferma un aspetto che tutti fingono non voler vedere: la Lega Nord non può essere, per una serie di caratteristiche, un partito di governo. (altro…)

Scritto da Carlo

APPELLO AGLI ELETTORI DELLA LEGA
Ormai sono 20 anni che il vostro movimento e il vostro partito sono protagonisti della vita politica italiana. Avete espresso un grande disagio e fatto nascere nuovi bisogni. Avete evidenziato problemi e difficoltà. A livello locale avete anche espresso amministratori pubblici validi e capaci. (altro…)