Archivio per la Categoria Politica nazionale

Per l’inutile referendum lombardo nel nostro comune sono andate a votare 1785 persone su 3618 (cioè quasi il 50% degli aventi diritto): non poche, un dato decisamente superiore alla media regionale e di poco superiore alla media della provincia di Bergamo. (altro…)

Il cosiddetto referendum per l’autonomia si terrà domani nella nostra regione e in Veneto. Ne abbiamo già scritto nei post del 21 settembre e del 15 ottobre, ma mancava ancora un dato, che non conoscevamo ed ora, invece, sappiamo, almeno nel suo ordine di grandezza. (altro…)

Torniamo a scrivere del referendum (di carattere consultivo) che si terrò domenica prossima (22 ottobre) nella nostra regione (e, con quesito analogo, in Veneto). (altro…)

Forse qualcuno comincerà ad accorgersi che il prossimo 22 ottobre i cittadini lombardi saranno chiamati a votare per un referendum CONSULTIVO regionale, propagandato come “referendum per l’autonomia”. Di cosa si tratta? (altro…)

In questi mesi è partita una campagna per raccogliere le firme intorno ad una proposta di legge di iniziativa popolare da sottoporre al parlamento per legiferare sulle problematiche relative all’immigrazione. (altro…)

Anche a Sotto il Monte gli elettori che si sono recati a votare per il referendum costituzionale sono stati molti, una percentuale anche più alta di quella registrata nelle ultime elezioni comunali.

Anche qui hanno prevalso nettamente i NO (57,7 %).

Qui il link con una tabella dove sono riportati i dati del nostro comune, confrontati con quelli di provincia e regione e del resto dell’Italia.

Domenica 4 dicembre si vota per confermare o rigettare le modifiche costituzionali proposte dall’attuale governo e votate dal Parlamento.

Un Sì o un No che ha visto una campagna elettorale lunga e dai toni aspri (insulti compresi), ma che quasi mai è entrata nel vero merito di quali sono le modifiche proposte. (altro…)

Come già sapete, il referendum non ha raggiunto il quorum necessario per essere valido. Pertanto tutto rimane come prima. La considerazione che possiamo fare è che più di due terzi degli Italiani ha scelto di non scegliere. Non è un buon segnale per la democrazia quando si delega alla cieca e non ci si espone in prima persona, anche solo con un voto. (altro…)

VOTARE AL REFERENDUM È UN DOVERE

MI SPIACE MA STA SBAGLIANDO SIGNOR PRESIDENTE!

In questi giorni di vigilia referendaria si è diffusa la convinzione che non andare al voto sia una scelta legittima, quasi prevista dal legislatore, per di più avvalorata da persone autorevoli come l’ex presidente Napolitano. Non sono un esperto, ma secondo me sbagliano. (altro…)

In questi giorni ci stiamo finalmente accorgendo che domenica 17 aprile siamo chiamati a votare per un referendum che riguarda le piattaforme di estrazione di idrocarburi liquidi e gassosi in mare. Forse sappiamo meno cosa si va a votare. Cerchiamo di capirlo. (altro…)