Archivio per la Categoria Piani di lottizzazione

Vi ricordate il PGT (Piano di Governo del Territorio), approvato dal Consiglio Comunale nel febbraio 2011? Allora avevamo espresso voto contrario: tra tutte le cose che non ci piacevano, certamente la più importante era la previsione di trasformazione in residenziale dell’ultima area di pregio nella zona pedicollinare, quella compresa tra le vie Corna, Cornetta, Rebuzzini:

Atr2

 

 

 

 

(altro…)

ASSEMBLEA 23 GIUGNO – P.G.T. Sotto Il Monte

Eravamo rimasti all’assemblea di Novembre, quando ci presentaste le circa cento richieste pervenute; in quell’occasione condividemmo la posizione dell’amministrazione di non incrementare la popolazione dai 4.100 abitanti di oggi, a a superare il numero di 5.000 abitanti per i prossimi anni (già conteggiati con i piani non ancora realizzati del vecchio prg):

Sono invece superati, conteggiando le nuove costruzioni, ma non di molto: circa 200, quindi non riteniamo il numero degli abitanti la criticità di questo piano: valuteremo con il piano dei servizi come si farà fronte ai bisogni di tante persone..

2) altra posizione che condividemmo: sarebbero state respinte la gran parte delle richieste atte a rendere edificabili i terreni: sostanzialmente rispettata, per quanto riguarda il centinaio di richieste, ne saranno state accolte meno di 10.

Primo punto importantissimo: con quali criteri si sono accolte richieste e se ne sono scartate altre?  Noi siamo d’accordo nel contenere al minimo le edificazioni, non fraintendiamo, ma è importante che tutti i cittadini abbiano ben chiari i criteri che si sono usati: non ci devono essere figli e figliastri. Credo che questa assemblea sia la sede giusta dove spiegare il criterio guida della selezione avvenuta. (altro…)

Lettera dal PD al sindaco di Calusco 

Alcuni paesi che hanno, all’interno dei loro confini, una parte del Monte Canto, o meglio, le loro amministrazioni, stanno in questi giorni annunciando di non essere più interessati a far funzionare il Plis (Parco Sovarcomunale del Monte Canto e del Bedesco), adducendo come motivazione che il Parco sarebbe soltanto un “carrozzone mangiasoldi”. Peccato, per loro e per i loro amministrati, che questo non corrisponda a verità. Anzi, il loro comportamento a dir poco inconcludente  farà molto presto rinunciare a tutti noi cittadini ad un bel gruzzoletto che la Provincia di Bergamo aveva stanziato per i progetti a suo tempo presentati dal Plis, e che, se tali progetti non verranno confermati dalle attuali amministrazioni, verranno riassorbiti per altri ambiti. Ben lo spiega il coordinatore del Circolo del Partito Democratico di Calusco nel testo di una lettera aperta rivolta al sindaco di Calusco e pubblicata oggi su Isolanews. L’Assemblea alla quale si riferisce è quella che si è tenuta a Calusco venerdì scorso, e durante la quale, finalmente, i cittadini intervenuti hanno potuto essere correttamente informati da esperti circa la modalità di conservazione e corretta tenuta dei boschi e dei parchi e dell’importanza che i contributi regionali e provinciali hanno per questo scopo in molte zone della Lombardia e dei bellissimi risultati altrove ottenuti (tranne che da noi, evidentemente), e del funzionamento e scopi della caldaia a biomassa che funziona a Calusco. Alcuni cittadini di Calusco hanno potuto anche, probabilmente per la prima volta e pubblicamente, confrontarsi con questi esperti circa le criticità che una caldaia di questo tipo può presentare, e il modo per poter evitare eventuali problemi ed inconvenienti. Il Comitato per il Monte Canto che ha tenuto questa assemblea, sta organizzando, ricordo, la prossima a Pontida per il giorno venerdì 21 maggio alle 21 presso la sala civica in via Valletto al n° 122. Come son solita ripetere, soltanto se si è correttamente informati è possibile farsi un’opinione.

 Per non unirci al coro di coloro che usano solo slogan e invettive, senza comunque spiegare bene di cosa si parla, alleghiamo la presentazione del Progetto del “Parco Locale di Interesse Sovraccomunale del Monte Canto e del Bedesco” fatto dalla Provincia di Bergamo. I litigi e le invidie sono riuscite a rendere vano tutto questo o c’è la speranza di poter ricominciare?      presentazione PLISperimetro PLIS

assemblea PGTRiceviamo notizia di questa convocazione di assemblea pubblica. Si terrà il giorno venerdì 13 novembre 2009 alle ore 20,30 nella nuova sala civica. Verranno rese note le modalità con le quali l’Amministrazione in carica intende pianificare il territorio del Comune di Sotto il Monte tramite l’adozione del Piano di Governo del Territorio (che sostituirà il vigente Piano Regolatore Generale). L’appuntamento è importante, quindi auspichiamo in una attenta e puntuale partecipazione da parte della cittadinanza.

Si è svolto il primo consiglio Comunale al quale hanno assistito numerosi cittadini . Noi siamo veramente felici di questa partecipazione, e ci auspichiamo che la cittadinanza continui ad interessarsi di cosa viene discusso e deliberato e delle modalità con le quali queste cose vengono discusse e deliberate. Siamo certi che la cittadinanza tutta ami Sotto il Monte, quanto lo amiamo noi, e c he possa quindi di volta in volta poter esprimere il suo parere.  Cliccate qui volantino_primo_consiglio_comunale per leggere il volantino che riassume il primo Consiglio Comunale.

Il giorno 23 Giugno alle ore 20 e 30 si terrà il primo Consiglio Comunale convocato dalla Amministrazione eletta . Si terrà nella nuova Sala Civica. All’ordine del giorno, oltre ai punti obbligatori di prassi quali il controllo della compatibilità di legge per ognuno degli eletti, il giuramento del sindaco, la nomina di assessori e vicesindaco, l’approvazione dei verbali del consiglio comunale del 13 Maggio 2009, e la costituzione della Commissione elettorale Comunale, vi sono altri punti all’ordine del giorno di una certa importanza.

Verranno presentate le linee programmatiche dell’azione di questa Amministrazione, verranno indicati gli indirizzi per la nomina dei rappresentanti del Comune, e verrà richiesta l’approvazione definitiva del Piano di lottizzazione residenziale, “P.L .Viale Rossi”, già esaminato dalla precedente amministrazione.

Qualcuno di noi si è già scordato che un anno fa, nella zona tra il villaggio Larco e la frazione Botta di Sotto il Monte, il paesaggio era caratterizzato da vigneti, prati e boschi?

frazione botta

Ora tutto è cambiato: il piano di lottizzazione denominato “PL Botta” sta stravolgendo il territorio cambiando drasticamente l’aspetto di uno dei tanti angoli verdi del nostro paese. (altro…)