Ieri, 12 Giugno, si è riunito per la prima volta il nuovo Consiglio comunale di Sotto il Monte Giovanni XXIII dopo le elezioni del 26 Maggio.

Come sempre, alla prima riunione il pubblico è stato numeroso (40-50 persone): magari si continuasse con questa partecipazione anche in seguito!

Nel primo Consiglio, si espletano le incombenze istituzionali, giuramento sulla costituzione e comunicazione della nomina della Giunta; poi la maggioranza illustra i progetti che si propone di realizzare nei 5 anni di mandato amministrativo.

Chi si aspettava indicazioni di priorità è andato deluso.
E’ stata la riproposizione pari-pari del programma elettorale.
Necessariamente, prima o poi, le scelte dovranno essere fatte, ma la “lista della spesa” è decisamente molto lunga: ricostruire la scuola media, ricostruire il municipio, solo per citare i progetti più onerosi, significa disporre di capitali che all’orizzonte non si vedono. Con il tempo si capirà meglio quello che possiamo aspettarci di veder realizzato.

Ma non facciamoci troppe illusioni: le risorse sono limitatissime e un altro colpo di fortuna come il finanziamento a fondo perduto ricevuto per la scuola primaria è oggi improbabile.

Tutto tranquillo? Non proprio.

È stato soprattutto l’atteggiamento dei due gruppi consiliari a lasciarci perplessi: una tensione palese, da entrambe le parti, dall’inizio alla fine. Sembrava che nessuno li avesse avvertiti che si era già votato.

Speriamo che quello di ieri sera sia stato davvero l’ultimo episodio della campagna elettorale: schermaglie e polemiche un po’ fini a sé stesse. Probabilmente è difficile ripartire come minoranza quando hai molte più conoscenze dei nuovi arrivati della maggioranza, ma anche meno poteri. Altrettanto abbiamo sentito affermazioni superficiali ed inesatte da parte dei nuovi amministratori, che ovviamente devono ancora prendere bene le misure. Uguale frattura tra gli “spalti”, dove le due “fazioni” hanno “tifato” per la propria squadra, senza grande discernimento critico.

Quando ci si misurerà su problemi concreti, necessariamente il confronto migliorerà, almeno ce lo auguriamo per il bene di tutti noi.

Come avevamo già segnalato nel post in cui abbiamo riportato l’O.d.G. del Consiglio comunale, una novità in conclusione di serata.

È stato inaugurato un modus operandi da apprezzare: ad ogni Consiglio, all’inizio dello stesso le prossime volte, il presidente di una associazione di Sotto il Monte illustrerà ai presenti l’associazione stessa. Questa prima volta è toccato al “Circolo Culturale Progetto Comunità”: il sindaco Denni Chiappa ha dato la parola a Rita Ferri, per presentare l’associazione, illustrarne brevemente le finalità, le iniziative svolte e quelle in programma per i prossimi mesi.  

Ad un prossimo post qualche dettaglio su quanto discusso e votato.

Scrivi un Commento