Nel post del 1 marzo (===> VEDI) abbiamo riportato le risposte dell’Amministrazione a due delle quattro interrogazioni che avevamo fatto tra metà gennaio e gli inizi di febbraio.

Per quanto riguarda la rotatoria, se avete letto la risposta, avrete visto che c’è l’intenzione di procedere e che la scelta viene giustificata con motivi di sicurezza; infatti viene scritto che tale opera “ha come primario interesse la messa in sicurezza dei percorsi pedonali relativi alle Vie Gerole, Via IV Novembre, Piazza Caduti e Via Fumagalli, snodo di primaria importanza nella vita quotidiana di Sotto il Monte“. Una motivazione ben diversa da quella riportata nella Deliberazione di Giunta in cui è stata decisa quest’opera, dove si dichiarava che lo scopo era quello di “perseguire l’ottimizzazione della circolazione stradale e migliorare nel contempo l’aspetto ambientale paesaggistico della zona di ingresso al centro urbano“. Ma  la messa in sicurezza non potrebbe essere ottenuta con un intervento molto più semplice e meno oneroso? Pensiamo di sì.

E non doveva essere che “le opere di esecuzione non sono a carico dell’Amministrazione comunale ma del privato cittadino come opera a scorporo“? (3 giugno 2017 – risposta dell’Assessore ad una nostra interrogazione). Non più  visto che oggi il medesimo scrive “Il soggetto attuatore contribuisce al pagamento fino al raggiungimento della cifra a scorporo“.

Relativamente ai parcheggi a pagamento nulla di diverso di quanto abbiamo riferito riportando quanto detto nel Consiglio comunale del 22 febbraio. Ci eravamo chiesti tempo fa (vedi quanto scritto nel nostro volantino del luglio 2017) se avesse senso mantenere a pagamento il parcheggio di via Don Birolini (quello di fronte alla scuola secondaria) e ce lo chiediamo ancora (tra l’altro sono mesi che il parcometro non funziona).

Nel frattempo sono arrivate le risposte anche alle altre due interrogazioni.

Circolazione negli orari di entrata e uscita delle scuole.

====> QUI l’interrogazione

e ====> QUI la risposta

Leggete bene cosa abbiamo segnalato e la risposta dell’Assessore competente. Avevamo evidenziato due cose:

  • l’ordinanza della polizia intercomunale dispone il divieto di transito solo in via Manzoni, mentre la segnaletica installata lo impone anche in via Don Birolini (accedendovi sia da via IV novembre sia da via Roncalli)
  • l’ordinanza prevedeva l’inversione del senso di marcia in via Don Valtellina, cosa che non è stata realizzata.

Vi sembra che si dia risposta a queste due incongruenze tra ordinanza e quanto realizzato? Si da la “colpa” alle problematiche “metereologiche” per non avere permesso la realizzazione della segnaletica orizzontale (da quanto stanno durando queste problematiche?). La segnaletica verticale, quella c’è, ma non è congruente con l’ordinanza. Si parla di “sanare la difformità in merito all’inversione di senso”, ma quella del divieto di transito? Vedremo e ci faremo sentire in Consiglio comunale …

Installazione di telecamere di videosorveglianza.

====> QUI l’interrogazione

e ====> QUI la risposta

Pare che finalmente l’intervento verrà fatto, se pure in modo ridotto rispetto a quanto ipotizzato all’inizio, in quanto si è dovuto fare ricorso a risorse proprie (in bilancio è stata stanziata la cifra di 40.000 euro)

  • 2 punti di ripresa, uno presso presso la piazzola ecologica (con 2 telecamere di videosorveglianza) e l’altro presso la scuola primaria (con 1 telecamera di videosorveglianza);
  • 4 portali automatici di lettura targhe (con telecamera di contesto integrata a bordo) da ubicare in via Bernasconi, via Bedesco (angolo via Brughiere), viale Bosio, via Botta (all’altezza della scuola dell’infanzia)

Il costo previsto (39.650 euro IVA inclusa) è quello messo a bilancio.

Ci è, però, sorto qualche dubbio sui punti in cui saranno installate le telecamere.

Cercheremo di approfondire.

Scrivi un Commento