Una serata, quella di martedì scorso 5 febbraio, al di là delle aspettative.

Per l’interesse suscitato e per la partecipazione: una cinquantina di persone ad ascoltare, con estremo interesse, la prof.ssa Salamone.

La serata è stata dedicata a nascita e sviluppo della filosofia antica con citazioni di Anassimene (585 – 528 a.C.), Anassimandro (609/610 – 547 a.C.), Empedocle (490 circa – 430 a.C.), Senofane (vissuto tra VI e V secolo a.C.), Eraclito (550 – 480 a.C.), Parmenide (circa 510 – ? a.C.), ma soprattutto Socrate (469 – 399 a.C.) , Platone (427 – 347 a.C.) e Aristotele (384 – 322 a.C.).

La filosofia nasce in occidente e nasce come “filantropia” perché mette al centro l’uomo e si può dire che tutta la filosofia occidentale è una “nota in calce” alla filosofia di Platone.

Ma ecco la “scaletta” della serata:

  • La nascita della filosofia in Grecia come nascita della civiltà occidentale.
  • La filosofia sempre come nuovo inizio e come critica.
  • Sapere di non sapere: dal mito alla scienza.
  • La filosofia come sforzo intellettuale, oltre il visibile, ovvero la filosofia come purificazione della percezione.
  • La filosofia come pedagogia del discorso umano. Socrate e la filosofia come dialogo.
  • L’idealismo e l’empirismo, i due modi di ragionare a confronto (Platone e Aristotele).
  • La filosofia dell’amore e l’utopia dell’ordine platonico da un lato e la filosofia dell’essere (o metafisica) come scienza prima, ossia ricerca delle cause, dall’altro. L’avvento della scienza.

Scrivi un Commento