Nel post del 8 gennaio scorso (===> VEDI) avevamo trattato un po’ troppo frettolosamente i provvedimenti presi per la circolazione delle auto negli orari di entrata e uscita dalle scuole.

Perché frettolosamente?

Se quanto riportato nelle disposizioni (ordinanza) della Polizia municipale (Polizia intercomunale Monte Canto) corrispondesse ai divieti e alle modifiche della circolazione che possiamo trovare in loco, le cose andrebbero per il verso giusto e avrebbero un senso.

Se guardate bene, però, non è proprio così.

L’ordinanza stabilisce il divieto di transito solo sulla via Manzoni, “dall’intersezione con via Don Birolini e fino all’intersezione con viale Pacem in Terris”.

Ma, se dobbiamo dare retta alla segnaletica installata, vediamo che il divieto di transito è stato esteso a tutta la via Don Birolini, sia che si voglia accedervi da via IV Novembre,

 sia che che si voglia prenderla da via Zaverio Roncalli.

Anche le transenne che vengono poste per impedire/limitare l’accesso sono posizionate ai due imbocchi della via Don Birolini.

Inoltre, mentre la disposizione della Polizia municipale prevede l’inversione del senso di marcia in via Don Valtellina, quindi transito veicolare “consentito da Via A.Manzoni

[ndr. sarebbe meglio da via Don Birolini, visto che la via Don Valtellina non incrocia via Manzoni, ma via Don Birolini] con direzione Via IV Novembre” attualmente l’accesso è ancora consentito da via IV Novembre con direzione via Don Birolini. 

Per non parlare, poi, dello “stallo di sosta riservato alle forze dell’ordine” in viale Pacem in Terris, di cui non c’è traccia.

Queste incongruenze potrebbero alla lunga dare adito ad inutili contenziosi, per cui abbiamo fatto un’interrogazione (===> ECCO QUI IL TESTO) per sapere quale è il motivo delle stesse e se non si intenda porvi rimedio in un modo o nell’altro.

Ma Polizia locale e Ufficio tecnico non si parlano?

Scrivi un Commento