Un Consiglio comunale “straordinario” è stato convocato per giovedì prossimo 27 dicembre – tra Natale e l’ultimo dell’anno – alle ore 19.00.

Commentando lo scorso Consiglio comunale (quello del 10/12/2018) avevamo scritto “probabilmente l’ultimo dell’anno, visto che la Sindaca ha fatto gli auguri di buon Natale, … ma non è detta l’ultima parola).
Ed eccoci qua: non era stata detta “l’ultima parola”, infatti siamo alle prese con un altro Consiglio comunale, con un solo argomento all’ordine del giorno: ===> VEDI CONVOCAZIONE.

Nello scorso Consiglio comunale (quello del 10 dicembre ===> Vedi post del 13 dicembre) era stata messa in votazione la decisione di avviare il procedimento per un eventuale riscatto della parte della rete di illuminazione pubblica di proprietà di ENEL Sole. Si trattava di effettuare una ricognizione atta a verificare la fattibilità economica del riscatto.

L’unico punto previsto per il Consiglio comunale appena convocato ha per argomento: “Affidamento in house della gestione del servizio di illuminazione pubblica e servizi aggiuntivi, nonché l’esecuzione di interventi rivolti al risparmio energetico e all’innovazione tecnologica”.

Perché tutta questa fretta di affidare la gestione del servizio di illuminazione pubblica? E’ successo qualcosa? Poi: si tratta solo della parte di proprietà del comune o anche di quella che si vorrebbe riscattare da ENEL Sole? Staremo a vedere.

Concedete una nota di pessimismo

Con questa amministrazione è già successo un’altra volta che il Consiglio comunale sia stato convocato tra Natale e l’ultimo dell’anno; è stato il 29 dicembre 2016, con questi due argomenti all’OdG:
– approvazione definitiva variante 1 al PGT, quella di “Cascina Costa”;
– atti preliminari per la cessione del “palatenda”.
Cioè la pessima variante che ha dato ai proprietari di Cascina Costa le possibilità edificatorie di cui abbiamo spesso scritto e l’ipotesi di cessione del palatenda finita nel nulla.

… il precedente è tutt’altro che positivo …

Scrivi un Commento