Nel consiglio comunale del 22 ottobre scorso è stato votato il PDS per il 2018/2019. È il quinto ed ultimo di questa Amministrazione. Abbiamo sempre votato a favore dei vari piani presentati negli anni (anche con la precedente amministrazione), perché riteniamo importanti gli investimenti che un’Amministrazione fa per i nostri bambini/ragazzi, che sono il futuro del paese.

Forse le varie amministrazioni avrebbero potuto fare di più, ma … si può sempre fare di meglio.

Comunque, qualche osservazione su quest’ultimo PDS: è pur vero che c’è stato il grande impegno (anche economico) per la realizzazione dei nuovi edifici della scuola primaria, ma, a parte questo e tenuto conto delle significative economie fatte col trasporto scolastico, forse si poteva venire incontro in modo più consistente alle richieste/necessità delle scuole, soprattutto quelle dell’obbligo (primaria e secondaria di primo grado).

Ecco, riportate in grafico, le risorse messe in campo dall’Amministrazione in questi 5 anni.

 

Si può vedere che con l’ultimo PDS, sia che conteggiamo il costo del trasporto scolastico (linea blu), sia che non lo consideriamo (linea rossa) le risorse messe a disposizione quest’anno sono inferiori: in particolare, le risorse totali sono il 23% in meno della media dei quattro anni precedenti e anche se escludiamo il trasporto scolastico la percentuale in meno (sempre sulla media dei 4 anni precedenti) è del 17%.

Se, poi, consideriamo solo le risorse messe a disposizione direttamente delle attività didattiche, del funzionamento delle scuole e per attività extra/para scolastiche il calo è circa del 23% rispetto alla media degli anni precedenti.

 

Chi ci ha “smenato” di più?

  • Infanzia (Botta + Capoluogo):

meno 10% circa

  • Istituto Comprensivo (primaria + secondaria):

meno 25% circa

 

 

 

 

Scrivi un Commento