La nostra amministrazione sul fronte scuola ha lavorato e sta continuando a lavorare per, come si suole dire, “approssimazioni successive”. 

Ricordate?

  • una delibera che approva un progetto fantasma, corretta due settimane dopo
  • una volta entrati nel giro dei finanziamenti, l’aggiunta di un locale interrato ad uso deposito comunale (ovviamente fuori finanziamento e tutto a carico della comunità)
  • l’abbattimento dell’aula Rodari e sua ricostruzione invece della “semplice” ristrutturazione inizialmente prevista (non c’era spazio per i mezzi di soccorso!)
  • la risistemazione, non prevista all’inizio, della via Manzoni e quindi della zona dell’ingresso alla scuola primaria (anche questa variante al progetto iniziale)
  • Una nuova mensa al piano primo dell’ala ovest del nuovo fabbricato (non si fa, forse si fa, alla fine non si fa)

Questo per quanto riguarda l’edificio della scuola primaria.

Poi arriva il problema trasporto scolastico e su questo trovate la sintesi nel post del 1 settembre [==> VEDI], che si concludeva “Finisce qui? Vedremo”. Invece non è finito lì, perché, sicuramente a seguito di rimostranze di alcuni genitori di ragazzi della “media” ecco una fermata anche per i ragazzi delle medie che abitano nelle zone delle vie Bergamo, Bedesco, alle Brughiere (scomoda come orario: alla mattina sono i primi ad essere caricati e quindi si fanno un bel tour fino a Fontanella; ugualmente all’uscita sono gli ultimi ad essere scaricati, sempre con tour fino a Fontanella).

Ora sorge il problema dell’affollamento di persone all’entrata e all’uscita della scuola: ma nessuno ci aveva pensato? Non è una novità: prima della realizzazione del nuovo edificio era già così; anzi allora forse era ancora peggio, visto che la via Manzoni era a doppio senso.

Si poteva pensare che la risistemazione della via Manzoni tenesse conto di questo problema: evidentemente no se è vero quanto abbiamo sentito e cioè che è intenzione dell’amministrazione chiudere alla circolazione dei veicoli le vie Manzoni e don Birolini negli orari di entrata ed uscita dalle scuole (la primaria, ma anche la media).

Pare però che ci siano già parecchie voci contrarie (soprattutto di genitori di ragazzi della media).

Sta a vedere che alla fine cambierà ancora qualcosa.

 

Scrivi un Commento