Ermanno Olmi è morto oggi, all’età di 86 anni, in un ospedale di Asiago, dove era ricoverato da giorni.  

 

 

Certamente ricorderete che cinque anni fa, nel maggio 2013, gli era stata conferita la “cittadinanza onoraria” di Sotto il Monte Giovanni XXIII.

Di origini bergamasche, autore di importanti film, primo fra tutti “L’albero degli zoccoli” che probabilmente rimane il suo “capolavoro”, regista di “E venne un uomo”, biografia di Papa Giovanni XXIII e basato sulle annotazioni lasciate da Angelo Giuseppe Roncalli nel “Giornale dell’anima”, Olmi ha lasciato un’impronta indelebile nel panorama del cinema italiano e mondiale, soprattutto per essere stato il “cantore della gente comune”.

Ci auguriamo che la nostra amministrazione metta in cantiere iniziative per valorizzarne la figura e le opere.

Scrivi un Commento