Ricorderete che l’Amministrazione comunale aveva annunciato, in sede di bilancio preventivo 2018, la decisione di togliere il servizio scuolabus a partire dal prossimo anno scolastico, a causa del costo eccessivo (===> VEDI POST DEL 11 marzo).

Avevamo votato contro questa decisione (anche se le motivazioni economiche erano fondate) perché prima si dovevano coinvolgere i genitori, andare a fondo delle loro esigenze, e non lo si era fatto; inoltre si sarebbero dovute trovare soluzioni alternative, anche mediando tra le diverse esigenze di utenti, Amministrazione comunale e fornitore del servizio.

In seguito alla reazione di qualche genitore (alcuni hanno interessato anche noi), l’assessore all’istruzione, Giuliano Ballistreri, sta valutando una soluzione del problema che preveda il mantenimento del servizio di trasporto scolastico, ma a costi decisamente ridotti. Una tale soluzione implica, inevitabilmente, il ridimensionamento del servizio precedente; per venirne a capo sta lavorando con il fornitore del servizio sul numero di fermate (concentrando la raccolta dei bambini in punti strategici), sul dimensionamento (capienza) dei mezzi utilizzati ed altro.

Se tutto va per il verso giusto, in questi giorni si dovrebbe concludere con la ditta di trasporto un contratto più economico.

Seguiamo ovviamente l’evolversi dei lavori e vi terremo aggiornati.

Auspichiamo che questa vicenda si concluda positivamente. Sarebbe stato sufficiente partire così sin dall’inizio: indagine e collaborazione con le famiglie degli scolari prima di decidere di togliere il servizio, e si sarebbe evitata la marcia indietro che si sta profilando … almeno speriamo! …

Scrivi un Commento