Finalmente è arrivata la risposta dell’amministrazione alla nostra interrogazione del 09/02/2017 sul PLIS del Monte Canto e del Bedesco (sicuramente ve la sarete dimenticata, quindi andate a guardare il post del 18/02/2017)

Una risposta abbastanza generica ==> QUI PER LEGGERLA, perché non ci sono vere iniziative all’orizzonte, ma solo qualche piccola cosa: cartellonistica (a quanto pare la prima azione che sarà intrapresa), l’idea di un marchio per valorizzare il territorio e i suoi prodotti (un’ipotesi tutta da verificare).

Un’iniziativa è già stata realizzata (ma chi ne è venuto a conoscenza?): un’esplorazione di fauna e flora del Monte Canto, realizzata il 20 e 21 maggio scorsi, ma evidentemente riservata a pochi “eletti” (visto il numero ristretto di posti e soprattutto l’assoluta assenza di pubblicizzazione, almeno nel nostro comune): ==> QUI TROVATE IL VOLANTINO che è stato allegato alla risposta che ci ha dato l’amministrazione e che nessuno prima ha visto, né sul sito del nostro comune, né nelle bacheche.

A proposito dei confini del PLIS, cosa ci vuole per “una ricognizione” e ” una ridisegnazione dei confini del PLIS in quanto in determinate situazioni, come ad esempio nel nostro territorio comunale, lo stato è molto cambiato rispetto alla situazione iniziale“? Non basta prendere i PGT in vigore dei Comuni che ancora fanno parte del PLIS e metterli insieme? O c’è dell’altro che a noi sfugge?

Scrivi un Commento