Un pomeriggio particolare quello di domenica 14 maggio 2017: “Insieme per divertirsi salvaguardando il pianeta“, seguendo due fili conduttori:

  • “Piedibus”
  • Gestione dei “rifiuti”

Tutto è iniziato presso la “piazzola ecologica” comunale dove alcuni dei ragazzi delle nostre scuole che usano il “piedibus” (e non solo loro) si sono radunati ed hanno visto coi loro occhi quali rifiuti e come sono raccolti in quel posto.

Poi “in cordata” si sono avviati verso la sala civica: più o meno 2,5 km di camminata sotto il sole.

In sala civica, momento di informazione prima da parte dell’associazione dei genitori sul “piedibus” e quindi da parte del gruppo “Progetto comunità” (salvaguardare il pianeta), del “gruppo ecologico” (non solo rifiuti, ma anche sentieri e boschi) e di Ecoisola (riciclo, riuso e raccolta differenziata dei rifiuti).

Inviti e spunti importanti:

  • volontari per incrementare il “piedibus”, che per i bambini è sano, ecologico, divertente, momento di socializzazione, ecc.
  • ringiovanire il “Gruppo ecologico e protezione civile”: un sevizio alla comunità importante per la salvaguardia dell’ambiente e la sicurezza di tutti
  • in natura non esistono rifiuti; è l’uomo che li ha generati (soprattutto nell’ultimo secolo); cosa possiamo fare? per esempio quando compriamo qualcosa oltre alla qualità e al prezzo poniamo attenzione anche all’imballaggio: troppe volte dobbiamo scartare più di quello che usiamo.

Poi, meritata merenda per i ragazzi e due “giochi”: il primo una “staffetta” (divisi in 3 squadre) per trovare e mettere al posto giusto i rifiuti (hanno fatto molto meglio di molti di noi). Quindi un laboratorio creativo: la realizzazione di un oggetto con una bottiglia di plastica; tanto per far capire che possiamo prolungare la vita di alcuni dei materiali che buttiamo, ottenendone qualcosa di piacevole.

Peccato per la poca gente che ha partecipato. Chi non c’era ha di che recriminare … ma forse non finisce qui …

 

 

Scrivi un Commento