Giovedì scorso, 26 Gennaio, si è tenuta un’affollata assemblea presso la sede Hidrogest di Sotto il Monte, presenti la gran parte degli amministratori dell’Isola. La CIB (Comunità Isola Bergamasca alla quale aderiscono 17 comuni dell’isola) ha presentato un nuovo strumento per monitorare le problematiche ambientali del nostro territorio: la piattaforma Q-cumber.

E’ un’iniziativa che, prendendo spunto dalle tematiche ambientali fortemente balzate agli onori della cronaca per la vicenda Italcementi, per le tante assemblee e manifestazioni organizzate dalle associazioni del territorio, ha visto la Provincia di Bergamo (il presidente Rossi ha fatto un breve intervento nell’assemblea) conferire maggiori poteri ambientali alla CIB, finanziandone l’operatività.

La CIB presenta ora questa piattaforma “www.Q-cumber.org” che avrà il compito di evidenziare in modo aggregato, tutte le conoscenze sulle cause di inquinamento presenti sul territorio. Generalmente le varie fonti di emissioni, se prese singolarmente, sono entro la norma, ma accumulate tutte insieme e concentrate in un territorio ristretto sono pericolose per la nostra salute.

Questo sistema, accessibile a chiunque, evidenzierà su una Google-map, tanti punti colorati, da cliccare per conoscerne i contenuti. Ad esempio, saranno di colore grigio i documenti tecnici dei comuni, di colore rosso le segnalazioni dei cittadini (es. cattivi odori), con l’indicazione se poi sono state risolte, gialle le informazioni dei media, poi i dati sulla qualità dell’aria rilevati da Arpa, ecc.

Geograficamente sarà suddiviso in tre zone, rispettivamente attorno a Ponte S. Pietro, Calusco e Capriate. Questa piattaforma, illustrata dall’ing. Giuseppe Magro, lavora da 10 anni per raggiungere la capacità di oggi; ha monitorato territori in provincia di Brescia e si propone di completare i primi check-up entro Marzo, entro Luglio fornire le prime fotografie del territorio, sperimentare e verificare la gestione nella seconda metà del 2017 e conseguire la piena operatività per Gennaio 2018.

Per accedere alla piattaforma? Qui il link al documento che spiega come fare.

Scrivi un Commento