Ricordate che avevamo parlato del fatto che i professionisti che hanno steso la variante al PGT erano pagati direttamente dal proprietario di “Cascina Costa” (il principale “beneficiario” di questa variante); a tale proposito avevamo anche scritto una nota al Revisore dei conti. Nel Consiglio comunale del 30 novembre l’amministrazione, illustrando la variazione di bilancio, aveva segnalato di avere modificato la precedente scelta, per cui i professionisti sarebbero stati pagati dal Comune, mentre il proprietario della cascina avrebbe poi versato al comune la medesima somma come rimborso spese.

Allora ci eravamo lasciati con l’impegno di tenervi informati se e quando avessimo visto un provvedimento in tale senso. Ebbene, ECCOLO (QUI IL LINK): con determinazione n. 248 del 19/12/2016 il responsabile dell’ufficio tecnico ha modificato la precedente del 29/06/2016 . Come abbiamo già detto e scritto anche sul nostro ultimo volantino di informazione, la forma è salva, anche se, ovviamente, per la sostanza non ci siamo.

E non ci siamo nemmeno sulle motivazioni che hanno portato alla modifica; infatti nella determina si legge:

“Visto quanto emerso nella seduta di Consiglio Comunale di adozione della variante n. 1 al Piano di Governo del Territorio in data 08.09.2016, nella quale il tecnico incaricato ha espresso la preferenza per un pagamento diretto da parte dell’Ente”.

Questo è vero solo in parte: è vero che uno dei due professionisti ha “mormorato” che avrebbe preferito un pagamento da parte del comune e non direttamente dal proprietario di Cascina Costa (affermazione fatta solo dopo che noi avevamo contestato la cosa e non qualche mese prima quando hanno ricevuto formalmente l’incarico), ma è anche vero che la modifica è stata fatta solo dopo che il nostro gruppo ha inviato la nota al revisore dei conti.

Scrivi un Commento