Stiamo leggendo in questi giorni sui giornali locali la fine o l’agonia delle unioni sovracomunali dell’Isola Bergamasca.

1. Unione di Comuni Isola Bergamasca: nata a fine 2013, sulle ceneri del Consorzio di Polizia Locale, per gestire in comune alcuni dei servizi essenziali, a partire dalla Polizia Locale e dalla Protezione Civile, a fine 2014 è già giunta alla fine. Entro il 31/12/2014 i 7 Comuni che l’hanno costituita (Brembate di Sopra, Chignolo d’Isola, Madone, Mapello, Medolago, Presezzo e Sotto il Monte Giovanni XXIII) dovranno deliberare nei rispettivi Consigli Comunali il suo scioglimento. Risultato: ciascun comune dovrà riportarsi in casa quei servizi e il relativo personale. Dove li metteremo non si sa e cosa potranno fare nemmeno; ma tant’è! E come la mettiamo con la legge nazionale che obbliga i Comuni con meno di 5.000 abitanti a gestire in forma associata, tramite unione di comuni o convenzioni, i servizi essenziali?

COSA E’ (era)?: L’Unione è costituita per l’esercizio associato delle funzioni fondamentali di “polizia municipale e polizia amministrativa locale” e di “attività, in ambito comunale, di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi”, di cui all’articolo 14, comma 27, del Decreto Legge n. 78/2010 convertito con Legge 122/2010. Inoltre, all’Unione potranno essere conferiti: altre funzioni, anche fondamentali, dei comuni previste dalle leggi vigenti di competenza dei comuni o agli stessi delegate o conferite da altri enti; specifici servizi di competenza dei comuni. (http://www.unione.isola.bg.it/)

2. Comunità dell’Isola Bergamasca: 4 Comuni (tutti a maggioranza Lega) hanno deciso di sfilarsi, mettendone a rischio l’esistenza.

COSA E’ (era)?: La Comunità dell’Isola Bergamasca è stata costituita in forma di libera Associazione a Ponte San Pietro, il 21 giugno 1964. La C.I.B. oggi, non si configura come semplice organismo di rappresentanza e di coordinamento delle politiche per il territorio, ma come vera e propria AGENZIA intercomunale deputata alla valorizzazione ed alla affermazione del contesto socio – territoriale di riferimento.  Negli anni, la CIB ha promosso la costituzione di ECOISOLA S.p.A. (raccolta e smaltimento rifiuti), Promoisola (che opera nel settore della cultura, sport e tempo libero), Consorzio di Polizia Municipale (vigilanza).
(http://www.comunitaisolabergamasca.it/)

Come mai questi amministratori locali non riescono, ma alcuni non vogliono, a far funzionare niente che superi il confine del proprio Comune? E non è il primo caso: in precedenza erano già riusciti ad affossare di fatto il PLIS del Monte Canto e del Bedesco. (http://www.provincia.bergamo.it/ProvBgSettori/provBgSettoriHomePageProcess.jsp?page=&myAction=&folderID=79&notiziaID=51950)

Scrivi un Commento