Scritto da Carlo

3 buoni motivi per votare VELTRONI Presidente e il Programma del PARTITO DEMOCRATICO:Da anni ci sentiamo dire (e ci diciamo) che la “politica è una cosa sporca”, che “tanto sono tutti uguali”, che “comunque vadano le elezioni non cambierà niente”. Ma oggi possiamo ancora accontentarci di queste considerazioni?
Facciamo un esercizio: spegniamo un attimo la televisione; chiudiamo i giornali. Cominciamo a pensare e ragionare, ognuno con la sua testa. E individuiamo, tra questi e tanti altri, il motivo che ci aiuti a scegliere, a decidere per VELTRONI Presidente:

1. Davvero non c’è alcuna differenza tra il candidato Berlusconi, di 70 anni, da troppi anni ormai presente sulla scena politica nazionale – è alla sua quinta candidatura! – e il candidato VELTRONI, di 50 anni, più giovane e dinamico, con una visione moderna della vita e del vivere politico ?

2. Davvero non c’è alcuna differenza tra Berlusconi – che ha già fallito nel precedente governo, tradendo il famoso “contratto con gli italiani” e mettendo in ginocchio la nostra nazione – e VELTRONI, un personaggio certamente di lunga esperienza politica, ma indubbiamente alla sua prima sfida per diventare premier e guidare il governo nazionale?

3. Davvero non c’è alcuna differenza tra la politica fatta da Berlusconi negli anni passati – una politica orientata alla difesa degli interessi personali, tesa alla tutela dei privilegi di chi è più ricco e forte, una politica chiusa in sé stessa – e la politica prefigurata, desiderata da VELTRONI -nuova, aperta al mondo e alle giovani generazioni, rivolta ai lavoratori, alle famiglie, al riscatto dei più deboli, focalizzata sullo sviluppo del Paese e la crescita della società?

Questa volta diamo una chance anche a VELTRONI e scegliamo il PARTITO DEMOCRATICO!

Una Risposta a “C’è bisogno di aria nuova……”

  1. Angela scrive:

    Aggiungo un quarto motivo: la serietà nell’assumersi un impegno. Da una fonte autorevole (Il Sole 24 Ore), vengo a sapere che, nella passata legislatura, per quanto riguarda le presenze o le assenze registrate durante le sedute in Parlamento, i più assidui nelle presenze sono stati i deputati e i senatori di DS e ULIVO:
    I numeri:
    PRESENZE
    CAMERA – su tutti i deputati, solo 20 hanno superato il 98% di presenze (totale sedute 4623). Di questi 20: 18 sono dell’Ulivo e solo due di Forza Italia
    SENATO – su tutti i Senatori solo 20 hanno superato il 99% di presenze (totale sedute 1634). Di questi 20: 14 sono di DS, 4 della Margherita, 1 della Lista consumatori, 1 di Insieme con l’Unione.
    ASSENZE
    CAMERA – su tutti i deputati, in 20 hanno superato la media di 75% di assenze. Di questi 20: 4 di F.I, 3 di AN, 4 dell’Ulivo, 2 della Rosa nel Pugno, 1 Ass. Italiani Sud America, 1 Per Italia nel Mondo, 1 Lega Nord, 1 PSI. Tra questi il più assenteista di tutti è stato l’On. Berlusconi che ha totalizzato ben il 98,5% di assenze.
    SENATO -su tutti i Senatori, in 20 hanno superato la media del 31,40% di assenze. Di questi 20: 9 di F.I, 7 di AN, 2 UDC, 1 Gruppo Misto, 1 Italia dei Valori.
    Consideriamo che l’Utente, cioè noi, paghiamo profumatamente il tempo che questi signori utilizzano per rappresentarci. Ognuno di noi tiri le proprie somme.

Scrivi un Commento