Scritto da Carlo

APPELLO AGLI ELETTORI DELLA LEGA
Ormai sono 20 anni che il vostro movimento e il vostro partito sono protagonisti della vita politica italiana. Avete espresso un grande disagio e fatto nascere nuovi bisogni. Avete evidenziato problemi e difficoltà. A livello locale avete anche espresso amministratori pubblici validi e capaci.
Però dopo tanto darsi da fare, tanto gridare, tanto parlare – dicono i vostri leader che per farsi comprendere sono costretti a “esprimersi in maniera semplice” (proprio così!) – non avete raccolto niente, nessun risultato, nulla!
Il vostro voto in questi anni è stato solo STRUMENTALE ai successi elettorali di Berlusconi e della destra di Fini, alle loro volontà e al loro modo di gestire il potere. In cambio siete riusciti ad eleggere parlamentari che quando sono qui da noi fanno comizi e rilasciano interviste da “duri e puri”. La sera, quando tornano a Roma, vanno a mangiare nelle migliori trattorie della capitale. E quando si mettono intorno ai tavoli della politica nazionale, diventano “utili servitori” alla causa del padrone: votano le leggi ad personam! Inoltre si fanno promotori di pessime leggi, le firmano e subito dopo dichiarano pubblicamente di “aver fatto una porcata”!
Stavolta quindi vi chiediamo di cambiare voto: provate a scegliere VELTRONI Presidente! Dategli l’opportunità di mettersi alla guida del Paese e di lavorare con il Programma del PARTITO DEMOCRATICO, un programma popolare che guarda ai bisogni della gente, traducendoli in un’azione politica chiara, libera e seria.

Una Risposta a “Appello agli elettori della lega”

  1. Angela scrive:

    Ma forse agli elettori della Lega va bene così. Va bene strillare contro tutti e tutto, va bene vivere in una realtà territoriale odierna, con la testa nel medioevo, va bene minacciare di imbracciare fucili e cannoni ogni volta che i loro strilli non arrivano abbastanza lontano. Gli elettori della lega non sono maturi per la Democrazia, è un dato di fatto. Atene è arrivata alla Democrazia dopo 40 tiranni. Forse, con la loro realtà sono ancora più indietro del Medioevo, sono anteCristo. Hanno bisogno di vivere sotto tiranni per riuscire a riconoscere la Democrazia e, forse, a rimpiangerla.

Scrivi un Commento